TOP

Molto spesso quando si parla di catcalling, nell'immaginario collettivo, si pensa che sia l'uomo che fischia ad una donna e in effetti la maggior parte delle volte è così. Come mai? Non è tanto perchè l'uomo è “un porco” e

In copertina: Fotografia di Amy Guip Ho avuto la fortuna, lo ammetto, di aver due genitori corretti, due persone che, cioè, hanno sempre avuto l’energia, il tempo, la voglia di spiegarmi le cose, di educarmi, di coinvolgermi.Quando per la prima

Questa intervista a Linda Porn è apparsa il 13 novembre 2020 a cura di Abel Cobos sul media di informazione e intrattenimento Codigo Nuevo. Abbiamo deciso di tradurla con il consenso dell’artista intervistata perché riteniamo fondamentale riflettere sulla riproduzione delle forme

La circostanza in cui un uomo (mansplainer) si senta autorizzato a puntualizzare e/o a precisare tematiche e argomenti, nonostante sia meno competente del suo interlocutore, soltanto perché di sesso femminile, rimanda all’idea che la parola di quest’ultima abbia

Immagine in Copertina foto Bettina Flitner / Contrasto Intervento di Sara Gandini per i SETTANTACINQUE ANNI della CASA DELLA CULTURA di Milano, Martedì 16 marzo 2021 Primo Seminario Rossana Rossanda dal titolo "Contraddizione donna. La rivoluzione più lunga" https://www.casadellacultura.it/1209/settantacinque-anni-di-casa-della-cultura Titolo del mio intervento:

Questo articolo si propone di sottolineare l’impossibilità di conseguire la parità di genere all’interno di una società capitalista, a partire dalla differenza che il capitalismo effettua nella valutazione e nel riconoscimento del lavoro produttivo e riproduttivo. Innanzitutto, occorre fissare alcune definizioni.

Categorie

Breve apologia alla dittatura del politicamente corretto.

È ormai assodato, in ogni discussione o dialogo che tu possa avere sul tema delle discriminazioni, lo spettro, pressoché immaginario, del politicamente corretto paralizzerà o semplicementecondizionerà la discussione in corso.“Non si può dire più niente”. Poche parole a coronare una […]

Può una scultura muovere un pensiero? Era, per una transumanza umana

Secondo il rapporto “Climate Change 2021: The Physical Science”, presentato il 9 agosto dal Ipcc (Gruppo intergovernativo sul cambiamento climatico), dobbiamo agire subito e con determinazione per azzerare le emissioni climalteranti e cambiare il nostro stile di vita, o il […]

POET X, DI ELIZABETH ACEVEDO: IL POTERE DELLA POESIA

Xiomara e sua madre sono in camera da letto, si fronteggiano come in una battle rap.  Xiomara recita urlando versi delle sue poesie, quelle parole che le permettono di tenersi insieme, quelle parole che scrive nel quaderno che sua madre […]

Gli Occhi del Covid Novembre: il G20, la COP 26 e il Sunday Service

Nell’edizione precedente purtroppo non trovò spazio la narrazione dedicata ai grandi summit mondiali che si sono tenuti a fine ottobre, a causa delle tempistiche ristrette. Rimediamo qui, non possiamo lasciarci sfuggire tali occasioni per fare ironia di bassa lega. A […]

Racconto: Desidero desiderare

di Luigi Romolo Carrino Lourdes, ci sono stato. Qualche volta in pizzeria, un paio di amici ce li ho e mi ci portano. Il concerto di Fiorella Mannoia è l’ultimo che ho visto, mi hanno portato sempre loro, Franco e […]

(parte I: QUI) Le edicole laiche nascono dalla creatività di Marta Cavicchioni, un' artista e illustratrice che ricerca le forme di arte urbana e femminista, “un’ arte pubblica laica, che prende posizione, che non è neutrale” Durante Bande de Femmes, festival del

Immagine in copertina di society19.com In Italia la cultura sex positive è ancora poco diffusa, probabilmente anche a causa delle scarse possibilità di fare esperienze dirette nel nostro territorio. Workshop, festival ed eventi sex positive sono occasioni di incontro con persone che

Il percorso partecipato di Lucha y Siesta parte da lontano e rispecchia il pensiero critico che il suo collettivo politico, a partire da sé ma sempre in rete con tante altre realtà, ha saputo elaborare contemporaneamente all’attività di contrasto alla

Come giornalista, avevo scelto di non operare in alcuna realtà associativa, ma la passione di queste persone che, a titolo gratuito, lottavano per evitare che “un’altra mano si alzasse sul viso di una donna”, fu qualcosa di affascinante e di